Intervista a Giulia Marcuzzi: Lotus pubblica il suo primo album

Ciao a tutti! Oggi vi proponiamo un0intervista a Giulia Marcuzzi, in arte Lotus, cantautrice e membro del team di Speakable, che ha appena pubblicato il suo primo album, “Oltre”.

Con questo nuovo articolo del blog vogliamo continuare la rubrica iniziata con l’intervista a Costanza Orlandi, direttrice della scuola di lingue Puntolingua con sede a Berlino (qui l’articolo), ossia raccogliere interviste di persone che lavorano con il tedesco e l’italiano e che sono legate a questi paesi. 

Ciao Giulia, grazie per averci concesso questa intervista. Per iniziare vorremmo chiederti di presentarti brevemente.

Mi chiamo Giulia, sono nata a San Daniele del Friuli e dopo aver frequentato il liceo linguistico, ho conseguito la Laurea triennale in Lingue e letterature straniere a Udine. In seguito mi sono trasferita a Würzburg, in Germania, per ottenere la Laurea specialistica in Germanistica. Da due anni vivo a Roma, dove lavoro e studio musica.

Entriamo ora nel vivo di questa intervista: come ti sei avvicinata al tedesco? E invece al canto? E, infine, quando e come ti è venuta l’idea di unire queste due passioni?

Mi sono avvicinata al tedesco grazie a mia sorella che ha studiato per un anno a Berlino. Sono andata a trovarla qualche volta e mi sono totalmente innamorata della lingua tedesca e della cultura. Per fortuna avevo già scelto il liceo linguistico e quindi poco dopo ho avuto l’opportunità di iniziare a studiarla. Per quanto riguarda la musica, studio canto da quando sono piccola e ho fatto parte della Compagnia Airali di Udine con cui abbiamo messo in scena musical inediti e spettacoli canori. Dopo essermi laureata ho avvertito l’esigenza di riprendere a studiare musica e di iniziare a scrivere canzoni.

L’idea di unire le mie più grandi passioni in realtà è arrivata un po’ per caso. Ho trascorso tutti i venerdì sera della quarantena con una mia amica tedesca su Skype e un giorno stavamo affrontando tematiche quali la migrazione e il razzismo e dato che in quel periodo stavo scrivendo molto, abbiamo deciso di comporre “Heimat” assieme. Sono molto soddisfatta del risultato e sono sicura che sia stata solo la prima di una lunga serie.

Il 5 febbraio 2021 è uscito “Oltre”, il tuo album d’esordio. Qual è stata la tua ispirazione per questo tuo album?

Durante tutta la mia permanenza in Germania ho avuto poco modo di cantare, però ho scritto tantissimo. Buona parte delle tematiche delle canzoni dell’album risalgono proprio a quel periodo. Racconto la mia esperienza all’estero, come ci si sente a sentirsi a metà tra due Paesi, la voglia di continuare ad esplorare e al contempo di mettere radici.

Nell’album è presente anche un brano in tedesco, “Heimat”. Com’è stato scrivere in tedesco? Quali difficoltà hai riscontrato?

Come vi anticipavo, si è trattato di un lavoro di scrittura a quattro mani quindi sono stata molto guidata dalla mia amica. Devo ammettere che l’approccio di scrittura è diverso rispetto a quello italiano, per esempio in tedesco non c’è l’esigenza di cercare morbosamente delle rime. Inoltre è più facile correre il rischio di essere banali, per questo è molto importante leggere molta letteratura in tedesco. 

Che ruolo gioca, secondo te, la musica nell’apprendimento di una lingua? Può essere utile per esempio per migliorare la pronuncia? Hai qualche artista che ci consigli di ascoltare?

A mio parere ascoltare musica in un’altra lingua può essere un ottimo mezzo per imparare parole nuove senza fatica ed è certamente molto utile anche per allenare l’orecchio alla pronuncia corretta. Io ascolto molti cantanti tedeschi del momento, quelli che preferisco sono Mark Forster, Provinz, AnnenMayKantereit e Bosse.

Ci teniamo a ringraziare nuovamente Giulia per la sua disponibilità. Oltre a consigliarvi vivamente di ascoltare il suo album d’esordio, che trovate qui sul suo canale Youtube, vi lasciamo qui il link al suo profilo Instagram, per rimanere aggiornati su tutto ciò che fa. 

Se invece siete interessati allo studio o approfondimento della lingua tedesca, allora date un’occhiata ai nostri corsi (siamo specializzati nell’insegnamento del tedesco agli italiani):