Il mosto parzialmente fermentato austriaco: lo Sturm

In questo nuovo articolo del blog parliamo di una specialità austriaca: il mosto parzialmente fermentato austriaco, lo “Sturm”.

Sentendo parlare di specialità austriache a molti di voi saranno subito venute in mente la Sacher o la Wiener Schnitzel. Oggi non ci occuperemo di queste deliziose pietanze, ma dello “Sturm”, una bevanda molto apprezzata a Vienna e nelle regioni vinicole dell’Austria. Lo Sturm potrebbe essere definito come un vino al primo stadio di maturazione oppure come mosto parzialmente fermentato e la sua comparsa sulle tavole austriache accompagna il periodo della vendemmia. La bevanda è ciò che si ottiene dalla fermentazione del mosto, il succo d’uva appena pigiato, ed è paragonabile ad un succo d’uva gassato e leggermente alcolico (si può parlare di Sturm a partire da una gradazione alcolica pari all’1%).

Il famoso vino novello austriaco, detto "Sturm"

Lo Sturm esiste sia bianco che rosso e in base alla varietà di uva con cui viene fatto il sapore varia leggermente, rendendolo più o meno fruttato o dolce. La naturale presenza di lieviti lo rende frizzante e gli conferisce il suo caratteristico colore torbido. La bevanda si abbina perfettamente ai piatti sostanziosi tipici della cucina autunnale.

Il periodo in cui è possibile bere lo Sturm, infatti, è limitato e regolamentato per legge: lo si può commercializzare solo tra inizio agosto e fine dicembre. Questo perché la sua fermentazione ne impedisce l’immagazzinamento e la conservazione a lungo termine. In un luogo fresco si conserva per qualche giorno, dopodiché la bevanda fermenta troppo e diventa “Staubiger” (letteralmente “polveroso”, un vino giovane non filtrato). Le bottiglie, inoltre, non possono essere chiuse in maniera ermetica perché l’anidride carbonica che si forma con la fermentazione potrebbe farle esplodere.

A Vienna, gli antichi villaggi di Nussdorf, Grinzing, Strebersdorf e Stammersdorf, che ora fanno parte della città, sono un ottimo luogo per gustare questa bevanda, con la possibilità di fare una passeggiata tra i vigneti prima di bere un bicchiere di Sturm (o più di uno) in uno dei tanti Heuriger (cantine) che servono Sturm fatto in casa. Qui trovi un esempio di Heuriger.  In città, invece, è possibile assaggiare questa bevanda in uno dei tanti locali che in questo periodo appendono cartelli per segnalare che la bevanda è disponibile.

Mi raccomando, non dimenticate di berlo con la mano sinistra, come vuole la tradizione locale! Mahlzeit! (come si dice in questo caso al posto del classico Prost! – alla salute!).

Per approfondire e allo stesso tempo allenare il tedesco, vi proponiamo la lettura di questi articoli in tedesco che raccontano fatti e curiosità del famoso mosto parzialmente fermentato austriaco, lo “Sturm“:

Siete appassionati della lingua tedesca? volete studiarla o approfondirla? Allora date un’occhiata ai nostri corsi di tedesco a Vienna, Roma oppure online.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora condividilo!

Vuoi aggiungere informazioni a questo articolo oppure hai delle domande sul mosto parzialmente fermentato austriaco: lo Sturm? Commenta! oppure contattaci!